Antenati a tavola

Don’t eat anything your great grandmother wouldn’t recognize as food. Why your great grandmother? Because at this point your mother and possibly even your grandmother is as confused as the rest of us; to be safe we need to go back at least a couple generations, to a time before the advent of most modern foods. So depending on your age (and your grandmother), you may need to go back to your great- or even great-great grandmother. Some nutritionists recommend going back even further. John Yudkin, a British nutritionist whose early alarms about the dangers of refined carbohydrates were overlooked in the 1960s and 1970s, once advise, “Just don’t eat anything your Neolithic ancestors wouldn’t have recognized and you’ll be ok.”

Non mangiare nulla che la tua bisnonna non riconoscerebbe come cibo. Perché la tua bisnonna? Perché a questo punto tua madre o perfino tua nonna sono confuse quanto noi; per essere sicuri dobbiamo tornare indietro almeno un paio di generazioni, ad un tempo precedente all’avvento della gran parte dei cibi moderni. Per cui a seconda della tua età (e di tua nonna), potresti dover tornare indietro alla tua bis- o persino trisnonna. Alcuni nutrizionisti raccomandano di tornare ancora più indietro. John Yudkin, un nutrizionista britannico i cui allarmi precoci sui pericoli dei carboidrati raffinati furono ignorati negli anni ‘60 e ‘70, una volta consigliò: “Basta non mangiare niente che i tuoi antenati neolitici non avrebbero riconosciuto come cibo, e andrà bene.”

(Michael Pollan, In defense of food, 2008)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *